Guida per la Kasherizzazione di Pesach

Prepararsi per Pesach

Che Cosa è Chametz?

Chametz è il termine generico che indica ogni cibo o bevanda ricavato da frumento, orzo, segale, avena, farro o loro derivati, proibiti a Pesach in quanto lievitati. Persino un cibo che contiene soltanto una traccia di chametz è proibito e deve essere eliminato dalle nostre case.

 

Nota: la matzà  che si usa nel corso dell’anno non può essere usata a Pesach. A Pesach si possono usare solo matzòt cotte appositamente per il consumo di Pesach di quell’anno. 

 

Eliminare il Chametz

Ciò che costituisce ovviamente chametz – che sia cibo o utensili utilizzati nel corso dell’anno (e che non siano stati fatti kashèr per Pesach) – dovrebbe essere riposto in armadi o luoghi difficilmente accessibili (chiusi a chiave o sigillati con nastro adesivo). Questo chametz deve essere venduto a un non ebreo.

 

Pulite accuratamente tutta la casa per eliminare briciole e tracce di cibo. Controllate anche che non ci sia chametz in macchina, in ufficio (scrivanie, cassetti e così via), nelle tasche degli abiti (in modo particolare in quelle dei bambini), nei libri e nelle valigette da lavoro. Occorre cambiare o pulire i sacchetti degli aspirapolveri. Importante controllare l’armadietto dei medicinali!

 

Molte medicine, spray e cosmetici contengono chametz. Si consulti un rabbino competente per sapere quali si possono usare durante Pesach. Lo stesso vale per il cibo per animali.

 

Preparare la Cucina

Per preparare la cucina per Pesach, bisogna kasherizzarla per eliminare il chametz.

 

Piatti e utensili

Bisogna disporre di piatti, argenteria, pentole, padelle ed altri utensili da usare soltanto a Pesach. Se necessario, alcuni utensili usati durante l’anno possono essere utilizzati anche a Pesach purché vengano resi kashèr per Pesach. Per il procedimento, si consulti un rabbino.

 

Il forno e i fornelli

Si puliscono e si strofinano accuratamente in ogni loro parte.

Si porta il forno alla temperatura massima per 1-2 ore. Si scaldano le grate e le parti in ferro dei fornelli (o le piastre, se sono elettrici) fino a renderli incandescenti. In seguito, si suggerisce di ricoprire il forno e i fornelli con fogli di alluminio.

 

Il forno a microonde

Deve essere pulito accuratamente. Poi, si riempie d’acqua un contenitore perfettamente pulito, che non sia stato usato da 24 ore. Si lascia acceso il microonde, fino a che emetterà molto vapore. Si spegne e si asciuga l’interno. Per l’uso del microonde durante Pesach, si separa il fondo del forno e il piatto di cottura con un pezzo di polistirolo o un altro oggetto spesso. Durante la cottura, inserire il cibo in un sacchetto di plastica con chiusura ermetica.

 

Il lavandino

Il lavandino si pulisce meticolosamente. Nelle 24 ore precedenti la kasherizzazione, non vi si versa acqua calda da utensili chametz. In seguito si fa bollire dell’acqua in una pentola pulita che non è stata usata da 24 ore e la si versa tre volte su ogni parte del lavandino, compresi i tappi e i filtri. Infine si riveste il lavandino.

 

Il frigorifero, il freezer, la dispensa, gli armadietti, il tavolo e i piani d’appoggio

Si puliscono e si strofinano accuratamente per eliminare tutte le briciole e ogni residuo di chametz. In seguito, si coprono le superfici che di solito entrano in contatto con cibi o utensili caldi con una copertura isolante spessa.

 

Tovaglie e tovaglioli

Si lavano senza inamidarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *